Spese per acquisto prima casa all’asta giudiziaria

Salve,
desideravo avere delucidazioni sulle spese da sostenere in caso di aggiudicazione di un immobile all’asta: imposta di registro, imposta ipotecaria, imposta catastale e cos’altro e in che misura? L’avviso relativo all’asta a cui sono interessata parla genericamente di “oneri diritti e spese di trasferimento stimate forfettariamente al 25% del valore di aggiudicazione”; di cosa si tratta nel dettaglio? Sono spese da aggiungere al prezzo di aggiudicazione giusto?
Ringraziando per l’attenzione concessami porgo distinti saluti.

3 Commenti

  1. Salve, a quanto mi risulta le imposte da corrispondere nel caso di aggiudicazione immobile all’asta giudiziaria nel caso di prima casa non differiscono come aliquote da quelle pertineti ad un classico acquisto, l’unica differenza, anche se non trascurabile, è che tali imposte verranno calcolate in funzione del prezzo di aggiudicazione e non del valore catastale, nella misura del 3% l’imposta di registro ed in quota fissa di euro 168 cadauna quella ipotecaria e catastale.
    Sinceramente, fermo restando che ci sono altre spese da affrontare che vedremo in seguito, il 25% del prezzo di aggiudicazione mi sembra tanto e per sapere cosa contiene questa aliquota le converrebbe recarsi alla cancelleria del tribunale in oggetto loro dovrebbero poter dare maggiori delucidazioni.
    Per quanto riguarda le altre spese, di solito ci sono i costi per le cancellazioni ipotecarie di cui nel 90% dei casi si fa carico chi si aggiudica l’asta, poi c’è il decreto di traferimento di fatto compreso nel prezzo di aggiudicazione ma poi c’è il costo della trascrizione, ma non credo possa superare qualche centinaio di euro; infine ci potrebbero essere le spese per il condominio degli ultimi due anni nel caso in cui le stesse non siano state pagate.
    Comunque sia l’unico vero modo per conoscere il dettaglio di questo 25% è recarsi al tribunale e chiedere informazioni li oppure leggere attentamente l’ordinanza di vendita; spero di essere stato d’aiuto, cordiali saluti.

    • Grazie per la risposta. Seguendo il vostro consiglio ho contattato il curatore delegato il quale mi comunica che il 25% è comprensivo di tutte le imposte e gli oneri: imposta di registro, catastale e ipotecaria, spese per il trasferimento e registrazione, cancellazione ipoteche, compenso per il delegato ecc. ma non è comunque elevata come percentuale? Mi consiglia di presentare istanza per poter godere, in caso di aggiudicazione, delle agevolazioni fiscali previste per l’acquisto prima casa.
      E’ possibile, o meglio, è tra i diritti degli interessati la possibilità di richiedere un rendiconto dettagliato di tutte le spese da sostenere? In caso di aggiudicazione, presentando l’istanza di cui prima, si dovrà versare comunque il 25% come indicato dall’avviso ed attendere poi il rimborso di quanto versato in eccesso o si verserà la percentuale di nuova determinazione che tiene conto delle agevolazioni fiscali?
      grazie ancora per l’attenzione accordatami.
      Cordiali saluti

      • Salve, purtroppo non sono io a stabilire le percentuali per gli acquisti in sede giudiaziaria, fermo restando che effettivamente mi sembra tanto, anche se solo il 10% (nel caso di acquisto seconda casa) sono di imposte registro ipotecaria e catastale; lei, se ne ha i requisiti, può fruire dell’agevolazione fiscale e quindi pagare imposte ridotte comunque non sul valore catastale ma sempre sul prezzo di aggiudicazione, senza nessun meccanismo di recupero, paga direttamente di meno. Sinceramente non conosco la modalità con la quale è necessario presentare istanza per godere del beneficio prima casa, ma mi sembra lecito richiedere il dettaglio dei pagamenti pretesi da chi cura la procedura. Il concetto rimane comunque sempre lo stesso, e cioè che nessuno più di chi si sta aoccupando della vendita saprà rispondere meglio alle sue domande; le conviene segnarsi su di un foglio tutti i dubbi che ha per poi poterli chiedere a chi di dovere, la saluto.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


cinque + 10 =