Diritto di superficie e prezzo di vendita imposto dal comune. Quando decorre il termine?

Sono proprietario dal 1999 di un immobile edificato in un comune lombardo in diritto di superficie con convenzione comunale per 99 anni ed ho usufruito, all’acquisto, di un contributo regionale in conto capitale a fondo perduto. Non ho riscattato il terreno. Sono intenzionato a vendere. Il comune mi ha riferito verbalmente che, ai sensi del punto 11 Alleg. B della DGR della Regione Lombardia 18.07.2003 n. 7/13719, il prezzo massimo imposto è applicabile solo per i primi 15 anni dal primo atto notarile di acquisto. Da quel che ho capito, decorso tale termine, posso vendere ad un prezzo di mercato non più soggetto ad alcun controllo comunale (fatti salvi i requisiti che deve avere l’acquirente per accedere all’edilizia agevolata). E’ cosi?
Ringrazio anticipatamente.

1 Commento

  1. Salve, io farei due cose, anche perchè le chiacchiere se le porta via il vento, ed il fatto che al comune le abbiano detto a voce che può vendere a prezzo di mercato non la esula da eventuali grane; in primo luogo consultare la deliberazione della giunta di cui lei stesso ha riportato gli estremi, per una conferma di quanto detto in Regione, Comune; in secondo luogo, e molto più importante a mio avviso, reperirei una copia della convenzione stipulata all’epoca, infatti solo in detto documento sono contenute tutte le informazioni riguardante il suo diritto di superficie, quindi requisiti dei futri acquirenti, tipo di vincolo, decadenza dello stesso eccetera.
    Troverà gli estremi della convenzione nel suo atto di compravendita/assegnazione. Non si può quindi dire a prescindere se può vendere oppure no ad un prezzo di libero mercato, saluti. Resto a disposizione per eventuali chiarimenti.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


4 × 5 =