Mutui:più interesse per il tasso fisso, 16% nel primo trimestre 2013

detrazione interessi passivi 2016

Il panorama dei mutui ipotecari sconta ancora un 2012 chiuso in netto terriotrio negativo sia in termini di credito erogato che d’interesse dei potenziali mutuatari ormai preda del disincanto; intanto però i primi tre mesi del 2013 sembrano voler dare sentore di una, se pur timida, ripresa della fiducia, siamo infatti in presenza, come si evince dal bollettino trimestrale di Crif e Mutuisupermarket, di una attenuazione della contrazione di domande che, nello stesso periodo del 2012, aveva fatto registrare un 11% in più; quindi ritorna la voglia di acquistare casa.
Sul fronte dei tipi di contratto, dopo una netta ascesa dei mutui indicizzati a discapito degli altri, si registra un’aumento dell’interesse sul tasso fisso che infatti segna quota 16% del totale nei primi tre mesi del 2013 contro solo il 10% dello stesso periodo del 2012; evidentemente molti stanno capendo che gli indici responsabili dei mutui variabili (euribor e Bce) essendo ancora alivelli prossimo allo zero, i futuro non potranno che salire portando con loro copiosi aumenti del costo della rata; così il mutuo fisso torna alla ribalta e sconta anche riduzioni sugli spread applicati che oggi vedono le migliori offerte dedicate con commissioni sotto quota 3% e più basse dei loro cugini variabili; sotto le milgliori proposte di oggi del broker Mutuisupermarket.

mutui fissi 16% del totale richiesti

 

Se sei interessato ad uno dei prodotti elenacti nell’immagine sopra, prova a richiedere un preventivo direttamente con questo strumento, potrai ottenere una consulenza personalizzata ed il pareredi fattibilità della tua personale pratica; risposta entro 24 ore.