Le nostre guide

rogito notarile di compravenditaPrima di affrontare una compravendita e l’eventuale relativa accensione del mutuo, è certamente auspicabile darsi un minimo d’infarinatura sugli argomenti in questione, in quanto scelte sbagliate dettate dalla fretta o dalla bassa/assente preparazione in materia possono condizionare negativamente la vita, visto che nella casa ci si dovra abitare probabilmente per molti anni e che il mutuo sicuramente non avrà una durata inferiore ai venti anni.

A questo scopo, cioè dare un minimo di conoscienza, sono studiate le due guide raggiungibili dai link in basso, frutto di esperienze reali vissute sul campo lavorativo del settore. Troverete dai semplici consigli per non essere completamente impreparati, fino agli strumenti per maturare una buona conoscienza della materia.

Se invece sei già pratico di compravendite e credito ipotecario non dare comunque nulla per scontato, e metti alla prova il tuo sapere svolgendo questi test di verifica; se riuscirai a rispondere ad un numero discreto, e meglio indicato nelle relative pagine dedicate, di domande allora sei pronto per affrontare questi importanti passi.

Guida all’acquisto della casa

Guid al mutuo ipotecario

5 Commenti

  1. Salve, alla morte di mio padre ho ricevuto in eredità 1/3 di casa, il restante è spettato a mia madre e a mio fratello. Sto acquistando una casa nel comune dove lavoro che è differente da dove risiedo e vorrei sapere se questo nuovo appartamento risulta come prima casa o no. Nel caso in cui lo fosse, si potrebbe fare un atto in cui mia madre sia proprietaria al 100% di casa di famiglia ed in successione al 50% tra me e mio fratello?

  2. Se vendo una casa e non do alcun incarico ad agenzie ma l’acquirente, invece, incarica un’agenzia, al venditore spetta di pagare la provvigione oppure ne è sollevato?

  3. Buongiorno,
    ho un quesito da esporre.
    Io e il mio compagno siamo entrambi proprietari di un appartamento ciascuno. Abbiamo messo in vendita entrambi gli appartamenti per poter comprarne uno da intestare ad entrambi.
    Lui è riuscito a vendere la sua prima di me (ma ha il vincolo di riacquistare entro un anno). Io sono liberata da questo vincolo perché sono già trascorsi 5 anni dal mio rogito.
    Se non dovessi riuscire a vendere il mio appartamento entro un anno, lui si troverebbe costretto a riacquistare nuovamente da solo. Io potrei al massimo intestarmi sulla casa successivamente? E se si, è necessario fare un altro atto notarile, o è sufficiente una scrittura privata?
    Grazie.

  4. Buongiorno
    ho presentato una proposta d’acquisto per un immobile. In prima proposta è stata rifiutata, ma poi con la seconda proposta un po’ piu alta della prima, l’agenzia ha risposto che darà di tempo 1 mese al proprietario per riflettere se a accettare o meno. In questo mese (e quindi entro la scadenza che mi è stata comunicata) se decido di non volere più comprare questa casa posso riavere il mio assegno di caparra intestato al proprietario?
    La ringrazio in anticipo

    • Salve Vanessa, intanto nella proposta che lei ha sottoscritto, certamente in forma cartacea altriementi non ha nessun valore, ci deve essere scritto a quanti giorni ammonta la durata legale della stessa (di solito 15 giorni ma può variare), nell’ambito della quale detta proposta è irrevocabile, cioè lei non potrà rifiutarsi di acquistare se il proprietario accetta, pena la perdita della caparra versata. Resta inteso che bisognerebbe vedere cosa c’è scritto nella su citata proposta, molte agenzie utilizzano moduli piuttosto scarni; in ogni caso se lei non è fiduciosa nella correttezza del mediatore, le consiglio di avvalersi di un avvocato che la potrà tutelare, le costerà qualche soldino in più, ma le assicuro che saranno ben spesi, le informazioni reperite in internet, devono sempre considerarsi solo delle mere linee guida, e non possono e non devono in nessun caso sostituire una cosulenza reale, del professionista qualificato, cordiali saluti!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


16 + sette =