La riforma del condominio

Le novità introdotte dalla riforma sul condominioRecentemente è stata approvata e pubblicata in gazzetta numero 293 del 17 dicembre 2012 la nuova disciplina in materia di condomini, che entrerà in vigore dal 18 giugno 2013, esattamente come prevede il testo e cioè a sei mesi dalla sua pubblicazione.

Molte le novità che dopo circa settanta anni vanno a modificare un’argomento che è stato vagliato per ben tre legislature prima di dar vita a questa nuova normativa.

La riforma, che contiene molti nuovi aspetti e anche contraddizioni, può essere riassunta in nove punti principali quali:

  • con l’80% della maggioranza si potrà variare la destinazione d’uso delle aree comuni al condominio;
  • si potrà dare vita ad un sito internet del condominio su richiesta dell’assemblea;
  • sarà sufficiente una maggioranza di 501 millesimi per variare le tabelle millesimali nel caso in cui si sia dato luogo ad interventi che abbiano cambiato il valore di una o più unità abitative;
  • non sarà più possibile escludere la detenzione di animali domestici in casa;
  • previste sanzioni a partire da 200 euro per chi viola il regolamento di condominio;
  • ci si potrà staccare dal riscaldamento centralizzato in determinati casi;
  • i creditori del condominio dovranno chiedere i pagamenti prima a chi è in ritardo con gli stessi e solo dopo a chi paga regolarmente;
  • maggiori responsabilità per l’amministratore che dovrà, se richiesto dall’assemblea, anche attivare una polizza assicurativa a responsabilità civile professionale, non potrà più avere deleghe in assemblea e verrà confermato automaticamente ogni anno se non richiesta revoca;
  • possibilità per il condòmino di visionare in ogni momento la contabilità del condominio.

Riportiamo di seguito per un maggiore approfondimento il testo della riforma approvata.

Se hai una domanda sull’argomento trattato in questa pagina postala direttamente da QUI, ti risponderemo al più presto!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


tre + diciassette =