La fideiussione per l’acquisto

le nuove garanzie fidejussiorie per acquisto in cantiereCome già detto nel precedente capitolo, a garanzia delle somme versate dall’acquirente per un immobile in corso di realizzazione o costruzione a norma del decreto legislativo 122/2005 sono previste una serie di tutele, tra le quali la più importante è la garanzia fideiussoria.

Infatti il costruttore ha l’obbligo di consegnare al promissario acquirente tale garanzia che garantisca tutte le somme versate prima del trasferimento del diritto di proprietà che avviene con il rogito notarile di compravendita.

In poche parole nel caso in cui la società costruttrice sia sottoposta a fallimento, amministrazione controllata, concordato preventivo, esecuzione immobiliare o liquidazione coatta, l’acquirente potrà rivolgersi direttamente alla banca presso la quale è stata costituita la fideiussione a suo favore per farsi restituire le somme già versate.

La su detta fideiussione va consegnata all’acquirente prima della stipula del preliminare di compravendita (comunemente chiamato compromesso), e dovrà garantire sia le somme fino a quel momento versate al costruttore dall’acquirente, sia tutte quelle altre somme previste nel preliminare e comunque da versare prima del trasferimento della proprietà momento nel quale la fideiussione decade.

Per quanto riguarda invece quegli importi di denaro da corrispondere contestualmente alla sottoscrizione dell’atto definitivo di compravendita, non sono previste garanzie tanto meno quella fideiussoria, nemmeno per quella parte di denaro che rientra nell’eventuale mutuo sia con accollo direttamente dal costruttore sia senza.

Nel caso in cui il costruttore ometta di consegnare la fideiussione all’acquirente, oppure tale garanzia non riguardi tutte le somme che dovranno essere versate prima del trasferimento della proprietà, il contratto è nullo.

Ricordiamo inoltre che la fideiussione è obbligatoria solo se per l’immobile che s’intende acquistare sia stata già presentata richiesta di permesso di costruire.

Vai a Applicabilità delle garanzie

Se hai una domanda sull’argomento trattato in questa pagina postala direttamente da QUI, ti risponderemo al più presto!

6 Commenti

  1. Leggo sopra :… quegli importi di denaro da corrispondere contestualmente alla sottoscrizione dell’atto definitivo di compravendita, non sono previste garanzie tanto meno quella fideiussoria,………
    Se il costruttore fallisce dopo tale atto cosa succede all’acqiurente ?
    Grazie ancora
    Danilo

    • save Danilo, una volta che lei è divenuto proprietario dell’immobile non le può più succedere niente, altrimenti i costruttori non potrebbero più vendere nulla se l’eventuale fallimento investisse anche i beni già trasferiti,
      cordiali saluti.

  2. salve…
    io vorei capire come e giusto che sia scrito e registrato il compromesso x che esendo una ragazza straniera non conosco bene le leggi…insoma il venditore mia detto che lo firmiamo fra di noi poi mi dovra andare in banca x darmi lafidussiuone bancarea…pero io se non mi sbaglio il compromesso andrebe registrato al agenzia delle entrate o da un notaio…potresti gentilmente aiutarmi x che non vorei rimanere senza la caparra visto che dovrei dare 20000€ e x me sono tropi…
    Grazie mile…

  3. Buongiorno, io e mio marito stiamo per acquistare un appartamento (prima casa) da impresa costruttrice: io sono già proprietaria di un appartamento che sto per vendere a mia sorella; nel frattempo posso fare il compromesso per il nuovo acquisto come prima casa? o devo prima vendere?
    Inoltre l’agenzia immobiliare mi dice che le spese per la fidejussione obbligatoria che rilascia l’impresa è a nostro carico. E’ così?
    Grazie.

    • Salve Elisabetta, può tranquillamente redarre il preliminare prima di vendere l’altra casa, mentre il costo della fideiussione bancaria obbligatoria è a carico del costruttore questo dice la legge che può consultare QUI

I commenti sono bloccati.