Acquistare casa

Consiglio acquisto casa dall'appuntamento al rogitoPer acquistare la vostra prima casa ovviamente bisognerà sceglierne una. Questa è un’operazione che va fatta con estrema cautela visto che si tratta di spendere i risparmi di una vita di lavoro e che sicuramente dovrete anche indebitarvi con il classico mutuo. Quindi non fatevi abbindolare da bravi e professionali venditori, ma cercate di valutare obbiettivamente le varie proposte che andrete ad esaminare.

Una cosa fondamentale è visitare più abitazioni possibili (almeno 20) per farsi un’idea di quello che offre il mercato immobiliare nella città che vi interessa considerata la spesa massima che intendete affrontare che dovrà necessariamente essere comprensiva di costi aggiuntivi oltre il prezzo dell’immobile, quali tasse, parcelle notarili, provvigioni (sia per l’agenzia immobiliare se non si tratta di acquisto tra privati, sia per il mutuo), trasloco, eventuali nuovi mobili, ristrutturazioni (anche se di apparentemente piccola entità, ricordate che è la somma che fa il totale) eccetera.

Tralasciamo borsini vari che danno solo un valore approssimativo al metro quadrato in una determinata zona), ma non servono da soli a dare una giusta valutazione dell’oggetto in questione. Infatti tanti parametri, come il piano, l’esposizione rispetto ai punti cardinali, le rifiniture interne ed esterne del fabbricato, il contesto (cioè l’ubicazione fisica) se per esempio la costruzione è situata nelle vicinanze di un parco in un posto tranquillo e silenzioso oppure adiacente ad una strada di scorrimento dove di notte sarà difficile dormire, i servizi offerti dalla zona quindi trasporti pubblici, negozi, scuole, ospedali e strutture ricreative come palestre campi da calcetto e così via.

Le caratteristiche costruttive anti sismiche ed a livello di eco-sostenibilità ed impatto ambientale; infatti per quanto riguarda queste ultime peculiarità, oggi più che mai (e considerato che la certificazione energetica è obbligatoria dal primo luglio 2009 e che il nostro amato pianeta sta soffrendo e non poco) è diventato importantissimo sia ai fini del prezzo d’acquisto, del futuro risparmio, nonchè della qualità della vita delle prossime generazioni, informarsi in modo approfondito anche su queste argomentazioni.

Tutti questi fattori influenzano moltissimo il prezzo di vendita e così va da se che lo stesso identico appartamento (in termini di spazi, stanze disponibili e zona di ubicazione) vista su parco, fornito di pannelli solari, infissi in triplo vetro, con la fermata dell’autobus a 50 metri di distanza dal portone di ingresso, e caratteristiche costruttive che gli permettono di resistere senza crollare anche a terremoti di forte intensità, avrà un prezzo notevolmente più alto rispetto al suo clone che però non ci offre la medesima situazione in termini di servizi utili sicurezza personale ed efficienza energetica.

Ricordatevi che quando avrete acquistato la vostra nuova casa dovrete probabilmente viverci per molti anni, quindi durante i vari appuntamenti, e anche quando vi sembrerà di aver trovato la soluzione che fa per voi, vi consiglio di appuntarvi più informazioni possibili, come il piano, se c’è l’ascensore, quanti appartamenti ci sono per ogni pianerottolo, condizioni interne ed esterne della costruzione (con particolare riferimento ad eventuale presenza di muffe-umidità e/o infiltrazioni specialmente se si tratta di ultimi piani o semi interrati), situazione dei posti auto di proprietà e non, tipo di riscaldamento (se centralizzato o autonomo), distanza dei palazzi vicini (la privacy è importante), rumorosità percepita con finestre chiuse e aperte, situazione delle utenze (acqua luce e gas) ed in particolar modo chiedete se la casa è raggiunta da una linea internet adsl ad alta velocità cosa purtroppo non affatto scontata nemmeno in città grandi come Roma, siamo infatti notoriamente vittime di quel fenomeno che si chiama “Digital Divide”.

Fate molta attenzione e date più peso a quelle cose che non vi convincono o che addirittura vi irritano, tralasciando quei particolari che invece vi hanno soddisfatto ed entusiasmato e dei quali l’agente immobiliare o l’attuale proprietario sicuramente vi avranno cantato le lodi. Infatti saranno in seguito proprio quei difetti che potrebbero rendere la vita in quella casa per voi insopportabile. Cosi facendo una volta rientrati in famiglia potrete valutare con calma le diverse proposte in esame.

Nelle successive pagine del sito troverete una guida completa per analizzare uno dopo l’altro tutti i passi necessari affinchè possiate effettuare la compravendita dell’immobile in tutta serenità evitando spiacevoli e costosi inconvenienti a cui difficilmente si potrà porre rimedio una volta concluso il tutto.

Leggi con attenzione:

A) se stai per acquistare una casa che si trova in zone di campagna fuori città, montagna o comunque posti dove la natura la fa ancora da padrone, un’importante aspetto di cui ti dovresti preoccupare sono le condizioni dei terreni circostanti, e di come tali lotti possono incidere negativamente sulla tua futura proprietà in funzione di eventi atmosferici, mi spiego meglio. Nel mondo in cui viviamo purtroppo persone senza scrupoli pur di avere il loro tornaconto economico (oppure a causa dell’abusivismo edilizio) costruiscono in luoghi dove, evidentemente, sarebbe meglio non edificare.

Si pensi per esempio a costruzioni erette nei pressi di un fiume, o a valle di una montagna; bè in questi frangenti contesti come quello del dissesto idrogeologico possono, come purtroppo diversi eventi ci hanno nel tempo insegnato, trasformare il sogno immobiliare in un’incubo. Quindi in definitiva se l’immobile individuato ci piace, ma abbiamo dubbi in merito al discorso di cui sopra, possiamo comportarci in due modi, il primo (consigliato) far fare un’indagine specifica da un tecnico specializzato, il secondo, per risparmiare, è quello di recarsi personalmente in loco durante un bel acquazzone, ma parliamoci chiaro l’ultimo metodo lascia il tempo che trova.

B) tornando al discorso della connessione internet ad alta velocità, non è raro che anche zone limitrofe alle grandi città siano ancora non cablate per questa tecnologia ormai indispensabile; per verificare con certezza se esiste tale possibilità non limitatevi assolutamente (perchè spesso le informazioni sono sbagliate e questo l’ho vissuto sulla mia persona) ad effettuare la verifica attraverso il sito internet del gestore del servizio, ma recatevi materialmente sul posto è chiedete alle persone che abitano immediatamente adiacenti al “vostro” immobile.

Inoltre sempre a tale riguardo e per mia esperienza personale, se si tratta di un’abitazione singola in una zona di villette, fate caso alla presenza di un palo del telefono, ove il telefono sia ancora cablato in questo modo (dove abito io è così e sono solo a 50 km da Roma), perchè quando dovrete attivare la vostra linea se non è stato passato il relativo cavo e non avete davanti casa vostra il palo su detto, dovrete per forza chiedere al vicino il permesso per far passare il vostro cavo sopra la sua proprietà; quindi accertatevi che l’ipotetico vicino sia disponibile per l’operazione, altrimenti dovrete sobbarcarvi voi la spesa (direi onerosa) di installazione di un’ulteriore palo.

Ora leggi la Proposta d’acquisto

Se hai una domanda sull’argomento trattato in questa pagina postala direttamente da QUI, ti risponderemo al più presto!

6 Commenti

  1. Sul compromesso e sul rogito notarile vanno indicate le spese sostenute dalle parti, cioè acquirente e venditore, per l’intermediazione svolta dall’agenzia oppure è possibile ometterle?

    • Salve Emanuele, nel rogito va indicato se c’è stata mediazione oppure no, e nel caso in cui ci sia stata vengono riportati anche gli importi ovviamente fatturati, nel compromesso non mi pare proprio che ci sia l’obbligo di far presente l’avvenuta mediazione,
      cordiali saluti.

  2. Buon giorno
    sono iscritto all’AIRE e siccome sto acquistando un appartamentino, con atto unilaterale di acquisto gia firmato, dove oltre alla caparra gia versata, ce specificato che il resto della somma dovrei pagarlo al rigito, è nato tempo dopo un problema …. siccome è nato un vincolo di prelazione, poiche il blocco sorge vivino a zona archeologica, il notaio mi ha fatto sapere che ci bisogno di 2 rogiti, uno per far pertire il termine di prelazione (circa 60 giorni)ed il rogito finale in caso di delibera, in cui la casa passerebba a mia proprieta effettiva. Ora siccome la ditta costrittrice mi preme per farmi pagare il resto dell’importo gia al primo dei due rogiti, dove la casa non sara ancora mia .., volevo sapere se ho diritto a rifiutarmi di pagare al primo rogiro, ma bensi al secondo, dove nero su bianco l’abitazione sara mia, intanto la ditta cotruttrice minaccia che se non pago al primo perdo la caparra …. qualcuno mi puo aiutare per favore ?

    • salve enzo difficile dare una risposta così senza poter leggere il contartto in ogetto, il consiglio che le posso dare è quello di avvalersi della consulenza di un legale che potrà tutelarla nel migliore dei modi,
      cordiali saluti.

  3. Buongiorno, avrei bisogno di sapere come valutare i prezzi medi al mq espressi dal sito agenziaterritorio.
    Per esempio nella zona che interessa a me, il prezzo massimo al mq è indicato come 1.100
    ma ovviamente se moltiplico i mq di una casa per quella cifra non viene fuori una cifra giusta (80mq a 88.000€, magari!)
    Come faccio a fare il calcolo? E più in generale, come faccio a capire se la casa vale i soldi che mi vengono chiesti?
    Grazie mille in anticipo

    • salve Eleonora, purtroppo le quotazioni dell’agenzia del territorio sono ancora da considerarsi puramente indicative anche se negli ultimi anni stanno diventando un pochino più vicine alla realtà di quanto fossero prima, questo perchè da alcuni anni negli atti di compravendita è obbligatorio dichiarare la reale cifra compravenduta, mentre prima si poteva dichiarare il valore catastale. Per quanto riguarda la valutazione il metodo più utilizzato è quello della comparazione che non è altro che un paragone tra immobili simili a quello in questione del quale si conosce con certezza il prezzo compravenduto. Comunque se non si è un’addetto ai lavori è sempre necessario richiedere una stima ad un professionista della zona,
      cordiali saluti.

I commenti sono bloccati.