Mutuo casa: la clausola nella proposta d’acquisto

Proprio recentemente con gli aumenti degli spread sui mutui per la casa e la conseguente maggiore severità delle banche nella selezione del potenziale mutuatario, è divenuta ancora più importante la corretta stesura della proposta d’acquisto per quanto riguarda la clausola pertinente appunto al mutuo.

Spesso si legge nel web sui forum di settore di promissari acquirenti che hanno sottoscritto una promessa d’acquisto senza vincolarla al buon esito del mutuo, e questo in molti casi porta alla perdita della caparra versata nel caso in cui lo stesso non venga deliberato, vuoi per un eccessivo rapporto rata reddito, vuoi per le non sufficienti garanzie, sopratutto quando si tratta di finanziamenti che si accostano al loan to value (mutui fino all’80%).

Per ovviare a tutto questo, oggi più che mai si rende necessario l’inserimento di un’apposita condizione sospensiva che nel caso di mancata erogazione del mutuo tuteli l’acquirente affinchè le somme versate non vadano perse.

Certamente un’altro aspetto importante da considerare prima di sottoscrivere una proposta è quello di rendersi conto almeno a livello reddituale di quale somma più o meno si potrebbe disporre con l’intervento della banca, in modo tale da non perdere tempo in trattative inutili.

Il senso della cosa è che sembra poco auspicabile cercare di acquistare un’immobile, anche inserendo la su detta clausola nella proposta, se nemmeno ci avviciniamo con il mutuo che possiamo permetterci alla cifra necessaria per l’acquisto.

Con questo strumento potrai renderti conto dell’effettiva fattibilità della tua pratica di mutuo in relazione al costo dell’immobile che s’intende acquisire, inserisci i tuoi dati riceverai risposta entro due giorni lavorativi, il servizio è gratuito.

2 Commenti

  1. Buongiorno
    devo fare una proposta d’acquisto per la vendita di una casa, oltre a inserire questa clausola, è possibile inserire anche una clausola che tuteli l’acquirente in merito alla nomina dell’amministratore di sostegno?
    La casa è intestata a mia madre, che però ha solo la nuda proprietà, in quanto l’usufrutto dell’abitazione è intestato a mia nonna (ormai incapace di intendere).
    Ci stiamo muovendo per nominare l’amministratore di sostegno (l’atto verrà depositato nei prossimi giorni), però vorremmo contemporaneamente firmare la proposta d’acquisto, in modo da veloccizare le cose (l’acquirente mi ha chiesto un anno in quanto prima di acquistare deve vendere la sua abitazione attuale).
    Volevo sapere se è possibile firmare comunque la proposta d’acquisto anche se l’amministratore di sostegno non è ancora stato nominato oppure è necessario avere prima la nomina dell’amministratore di sostegno per procedere con la proposta d’acquisto?
    Ringraziandola anticipatamente porgo saluti cordiali.

    • salve Erica, in linea di massima una proposta d’acquisto si può vincolare a qualsiasi condizione, certo per redarre un contratto che sia ad hoc è sempre auspicabile l’ausilio di un legale onde evitare spiacevoli sorprese,
      cordiali saluti.

I commenti sono bloccati.