Rogito notarile e consegna delle chiavi

Capita spesso il giorno del rogito, che la parte acquirente in fase di conclusione della stipula rimanga piuttosto perplessa quando dopo aver corrisposto l’intero saldo del prezzo al venditore, non si vede consegnate le chiavi per accedere alla nuova casa.

Non di rado da queste circonstanze nascono diverbi talvolta difficili da gestire.

Nel caso in cui vi troviate in una situazione del genere, state tranquilli nessuno vi vuole raggirare, infatti è consuetudinario che la consegna delle chiavi non avvenga contestualmente alla stipula dell’atto, ma in una data differita che vrrà comunque riportata nell’atto dal notaio.

Le tempistiche possono essere diverse ma fondamentalmente il tempo che intercorre tra il rogito e la consegna materiale delle chiavi e quindi dell’immobile, è costituito dai quei giorni necessari, in primo luogo al venditore per sgomberare l’abitazione dai mobili ed effetti personali, ed in secondo luogo allo stesso che ovviamente prima di liberare l’immobile dovrà accertarsi dell’avvenuto pagamento ed accredito della cifra.

A quest’ultimo proposito il tempo per l’eventuale accredito varia in funzione del mezzo di pagamento e del tipo di soggetto venditore.

Se per esempio il venditore è un soggetto fallibile e l’acquierente sta acquistando con l’intervento della banca, l’istituto di credito prima di erogare la cifra stabilita dovrà svolgere le formalità necessarie al consolidamento dell’ipoteca, e nel caso su detto (soggetto fallibile) possono essere necessari fino a undici giorni lavorativi.

Se invece il venditore non è fallibile sempre in funzione del mezzo di pagamento (assegni circolari o bonifico bancario con mandato irrevocabile) saranno necessari indicativamente da tre a sei giorni lavorativi per l’accredito.

Comunque non c’è da preoccuparsi è una prassi normale e per stare maggiormente tranquilli quello che si può fare è far inserire al notaio una penale giornaliera (per esempio 100 euro) per ogni giorno di ritardo nella consegna delle chiavi, oppure in aggiunta alla penale si potrebbe anche trattenere una parte del saldo (5 o 10 mila euro) che verrà poi consegnata al venditore alla consegna chiavi, ovviamente per inserire clausole del genere ci dovrà essere l’accordo con il vecchio proprietario, di solito comunque è il notaio a proporre soluzioni che possano andare bene per entrambi.

8 Commenti

  1. salve. ho atteso circa 25 gg dalla firma del rogito per avere le chiavi dell’appartamento e fin qui tutto ok ma quando ho ricevuto le chiavi ho avuto una bella sorpresa. Ho stabilito verbalemnte con il venditore che mi lasciava i climatizzatori che erano presenti quando ho visionato casa ma poi quando ho avuto le chiavi ho scoperto che li ha smontati e portati via lasciando anche dei buchi nel muro, posso fare qualcosa? grazie

    • Salve Vincenzo, mi dispiace per quanto le è successo, purtroppo le persone non sono tutte oneste, per questo è sempre meglio mettere tutto scritto nero su bianco, a oggi avendo lei solo un’accordo verbale, non credo possa rivalersi in alcun modo,
      cordiali saluti.

  2. Buongiorno,
    io ho un problema e avrei bisogno di un consiglio.
    Ho acquistato una casa con consegna dopo 2 mesi e mezzo, è stata inserita la penale in caso di consegna in ritardo e trattenuto una parte del saldo.
    Premetto che la ex-proprietaria non abita piu in casa da 2 anni, deve solo portare via i mobili e le sue cose.
    Avendo io già rogitato la casa è quindi di mia proprietà ma con consegna chiavi a febbraio 2012.
    Il problema è che ora la proprietaria si rifiuta di farmi entrare in casa, anche accompagnato da lei o dall’agenzia, per prendere le misure per ordinarmi i mobili.
    Vorrei quindi sapere se io ho titolo legale per obbligarla in qualche modo a darmi la possibilità di entrare in casa, anche sotto la supervisione di qualcuno di sua fiducia.
    In oltre ho io titolo per negare a lei di far entrare gente estranea in casa senza la mia espressa approvazione?
    Grazie anticipatamente per l’aiuto…
    Cordiali Saluti

  3. buongiorno ho bisogno di un consiglio ho acquistato casa con rogito il 09/11/11 consegna chiavi il 31/12/11 senza nessuna pensale ma ad oggi (09/01/12) non mi sono ancora state consegnate e il venditore non ha intenzione di farlo fino al 22/01/12 cosa posso fare?

  4. Buongiorno,
    io ho un problema e avrei bisogno di un consiglio.
    Ho acquistato una casa facendo direttamente l`atto dal notaio con consegna dopo 3 mesi e mezzo. E` stata inserita la penale in caso di consegna in ritardo e trattenuta una parte del saldo, pari alla meta` dell`importo totale,ovviamente tutto scritto nell`atto pubblico.La consegna e` avvenuta con tre gg di ritardo ma non abbiamo trattenuto nessuna penale per nostra scelta.

    Abbiamo effettuato il pagamento del saldo tramite bonifico bancario,con consegna di chiavi nell`atto dal notaio.
    Il notaio ha redatto solo una dichiarazione sostitutiva di atto notorio firmata da lui e dai venditori a costo 0.
    E` corretto quanto fatto o bisogna fare un`altro atto pubblico attestante la somma che abbiamo versato?

  5. Buonasera, io ho una questione da sottoporvi. dovrò rogitare tra un mese per una casa che mi sarà consegnata a giugno pv, ed è stata inserita nel contratto (per ora solo nel compromesso , poi nell’atto di rogito) la clausula della penale in caso di ritardo nella consegna dell’immobile da parte del signor X venditore. il punto è, che il venditore che compare sull’atto NON è la persona che vive effettivamente nell’immobile, e di tale soggetto non è fatta menzione in nessun punto del contratto che verrà stipulato. quali rischi corro e come posso tutelarmi di fronte ad un eventuale ritardo nel lascito dell’immobile?

  6. Salve. Ho un problema. Circa un mese fa ho comprato un box auto; al momento del rogito notarile, il proprieteriomi informa che le chiavi mi verranno consegnate dopo una settimana. Sono passate quattro settimane e il proprietario risulta irreperibile. Posso cambiare la serratura visto che il saldo è stato effettuato per intero? Grazie.

  7. Buongiorno,
    io devo vendere e comprare casa. In fase di preliminare di vendita, abbiamo pattuito che avrei consegnato all’acquirente le chiavi il giorno stesso del mutuo. Ora, avendo scoperto che la mia banca mi richiede 7 giorni per verificare la validità dell’assegno circolare, vorrei inserire in fase di compromesso la clausola della consegna delle chiavi 10 giorni dopo l’atto (in modo da avere il tempo disponibile per completare il trasloco e avere i soldi per procedere con l’atto di acquisto). L’agenzia immobiliare è però restìa ad aggiungere questa clausola per non irritare l’acquirente e, immagino anche l’acquirente preferisca ricevere le chiavi subito piuttosto che 10 giorni dopo. Cosa dovrei fare? Andare a dormire in albergo e aspettare incrociando le dita che l’assegno circolare sia valido oppure posso appellarmi a pretendere i 10 giorni di ritardo rispetto alla consegna delle chiavi?

I commenti sono bloccati.