Io venditore ho firmato, fidandomi dell’agente, una proposta d’acquisto in cui veniva scritto che alla proposta con caparra confirmatoria di x euro (assegni mai presi e depositati, forse, dal notaio) se accettata sarebbe seguito il compromesso e dopo l’atto appena la successione fosse completa tutto senza alcuna data e con la clausola la presente proposta è legata all’accettazione del mutuo. Dopo la firma gli acquirenti ci dicono tramite agente verbalmente che se facciamo la successione subito dopo avremmo fatto il compromesso. Noi li assecondiamo, ma ora a distanza di 2 settimane dalla successione non vogliono fare il compromesso, non rispondono alle sollecitazioni per avere una data e noi non sappiamo assolutamente nulla di queste persone che non ci vogliono incontrare, se intenzionate ad acquistare o meno. L’agente se ne è lavato le mani con delle scuse di salute e nel frattempo sono passati 2 mesi dalla proposta d’acquisto.
Dato che non ci sono date la proposta d’acquisto si può ritenere nulla? Siamo soggetti ad una truffa? Dobbiamo dare il doppio della caparra? Quando scade questa proposta?