La crisi ha colpito quasi tutto il settore immobiliare, ma non quello del lusso: a conferma di tale affermazione è stata recentemente pubblicata una indagine del gruppo Tecnocasa che ha raccolto e confrontato i dati delle città di Milano, Napoli e Roma dal 2008 a oggi. Il calo dei prezzi degli immobili di pregio infatti ha segnato una diminuzione rispettivamente del 16%, 39% e 28% contro le abitazioni ‘normali’ che invece hanno risentito del 26%, 42% e 30% della crisi del mercato.

Gli esperti della nota agenzia immobiliare hanno sottolineato come il ribasso dei prezzi delle soluzioni di prestigio abbia riguardato soprattutto la difficoltà di fare convergere una domanda sempre più esigente verso un’offerta non sempre all’altezza delle richieste: gli acquirenti di questo genere di immobili risulta particolarmente attento allo standard di qualità e si dimostra molto interessato a soluzioni di valore anche superiore al milione di euro.

Mercato immobiliare lusso: cosa preferiscono gli investitori facoltosi

Abbiamo quindi compreso che chi investe nel lusso spende facilmente anche oltre il milione di euro e che cerca la massima qualità: altri dettagli interessanti emersi dalle statistiche riguardano la metratura preferita, che deve essere in genere superiore ai 150 metri quadrati, la necessaria presenza di un posto auto o garage e possibilmente una vista panoramica o un affaccio su piazze importanti. Un’altra caratteristica del target in questione è la disponibilità a valutare soluzioni anche in stato di conservazione non ottimale, avendo la possibilità di restaurare e personalizzare l’immobile stesso.

Immobili di prestigio nel milanese

La zona del capoluogo lombardo più dinamica dal punto di vista della domanda di immobili di lusso è Brera, con offerte che possono raggiungere i 10.000 euro al metro quadrato (soprattutto nei pressi di Largo Treves). Altre location particolarmente ambite sono dislocate lungo Piazza 25 Aprile e Corso como, dove i valori medi delle abitazioni di livello variano dai 5.500 agli 8.000 euro al metro quadro.

Roma e gli investimenti di lusso

Nella capitale, le case di lusso hanno registrato un aumento dei prezzi dello 0.2% nel primo semestre dell’anno precedente: le zone più costose come il Pantheon e il Colosseo hanno segnato gli 8.000 euro al metro quadro per gli immobili da ristrutturare e 10.000 euro per quelle già in buono stato. I prezzi si alzano ulteriormente verso Piazza di Spagna (oltre 13.000 euro) e risultano molto ambiti anche i circondari di Salita del Grillo (immobili papali), Madonna dei Monti e le strade che si affacciano sui Fori Imperiali.

Case di lusso nel capoluogo partenopeo

Nella principale città campana le richieste di chi cerca il lusso si concentrano nel quartiere Petrarca Orazio (600/700 mila euro il prezzo medio) mentre la domanda di immobili superiori al milione di euro, inferiore rispetto alle altre città oggetto di indagine, registra comunque qualche movimento intorno ai 2 milioni di euro per le metrature più ampie delle ville padronali da 300/400 metri quadrati. Le soluzioni maggiormente apprezzate sono tuttavia concentrate nel quartiere Posillipo (6.000 euro al metro quadrato) e in tutte le soluzioni che consentono la visuale del Golfo di Napoli (più che altro in complessi condominiali di lusso con campi da tennis e piscine o all’interno di parchi privati) con prezzi fino agli 8.000 euro al metro quadrato.

bilancia_300p250_MOL