Rispetto ai tradizionali sportelli bancari, il mutuo a tasso variabile conviene online.
Nell’attuale clima di incertezza economica, le famiglie hanno rinunciato a chiedere un mutuo in attesa di tempi migliori: le motivazioni sono legate sia alla difficoltà di accedere al credito, sia alla volontà di riservare eventuali risparmi ed utilizzarli solo quando le condizioni e le prospettive miglioreranno.
Chi tuttavia ha necessità di sottoscrivere un mutuo ipotecario in questo periodo, il web può riservare delle interessanti soluzioni per i mutui online: appositi motori di ricerca analizzano in tempo reale le migliori offerte disponibili in quel momento. Per quanto la filiale bancaria possa apparire più tangibile e diretta per la richiesta di un finanziamento, internet fornisce maggiore convenienza, soprattutto se si è in cerca di un mutuo a tasso variabile.

Secondo quanto riporta MutuiSupermarket, nei mesi tra aprile e giugno 2013 il risparmio online è quantificabile in media intorno allo 0,70% del tasso. Si tratta di un margine importante se si considera la cifra sul lungo periodo: su un mutuo di 100.000 euro con ammortamento trentennale, si risparmiano circa 15.000 euro. Se nella seconda metà del 2012 il canale online aveva visto la propria convenienza contrarsi (a causa degli aumenti negli spread applicati), il 2013 e il 2014 saranno una scelta importante per gli italiani che vorranno accendere un mutuo.
Per quanto riguarda il tasso fisso, la convenienza del mutuo online rispetto a quello sottoscritto in banca è più esigua, calcolata intorno allo 0,10%.

bilancia_300p250_MOL