L’Abi, Associazione Bancaria Italiana e il Consiglio dei Ministri firmeranno domani un Protocollo di intesa per avviare il Fondo per le giovani coppie. Il potenziamento di questo plafond si colloca in un quadro economico ancora difficoltoso ed ha l’obiettivo di agevolare l’acquisto della prima casa da parte di giovani coppie, genitori single con figli minorenni a carico, basso reddito e un contratto di lavoro atipico.
La firma sarà prestata dal Presidente dell’Abi Antonio Patuelli, e dal Ministro per l’Integrazione con delega alle Politiche giovanili Cecile Kyenge, in occasione del convegno “Credito al credito” che si terrà giovedì 28 e venerdì 29 novembre a Palazzo Altieri, Roma.
Questo incontro è stato organizzato dall’Abi per il quarto anno consecutivo ed è dedicato al tema del credito sia alle persone che alle imprese: il credito è lo strumento imprescindibile per sostenere il futuro dell’Italia, attraverso l’incentivo all’acquisto per famiglie e aziende.

La prima giornata di lavori si aprirà proprio con la sigla dell’accordo sul Fondo giovani coppie e sarà dedicata principalmente al credito alle famiglie.
All’ordine del giorno i prestiti ipotecari vitalizi, la cessione del quinto, l’ipotesi di nuovi prodotti bancari riservati agli anziani, le nuove regolamentazioni europee e la gestione del rischio relativamente al credito al consumo e al credito immobiliare.
Attraverso l’iniziativa Credito al Credito, si vuole creare un’occasione di dialogo per favorire il rilancio del mercato del credito e conseguentemente di quello immobiliare, offrendo un nuovo slancio all’intera economia nazionale. Al convegno saranno inoltre presenti direttori e manager bancari, Agenzia delle Entrate, Crif, società finanziarie, le principali associazioni dei consumatori e rappresentanti di istituzioni ed enti pubblici.

bilancia_300p250_MOL