Un aiuto alle popolazioni colpite dall’alluvione in Sardegna del 18 novembre scorso, arriva anche dal fronte bancario: Banco di Sardegna, Sardaleasing e Banca di Sassari hanno previsto agevolazioni per una somma complessiva di 100.000 di euro a copertura dei finanziamenti verso privati ed imprese. L’intervento prevede inoltre una moratoria di un anno per i finanziamenti e i contratti di leasing.
Le imprese potranno richiedere finanziamenti con tassi dal 2,70% al 4%, quasi la metà del tasso ordinariamente applicato: le attività potranno accedere in questo modo a mutui per liquidità, sostituzione e rinegoziazione.
I privati possono invece domandare prestiti agevolati fino a 30.000 euro, primariamente destinati a ristrutturare e ricostruire le abitazioni danneggiate dal ciclone Cleopatra. Coloro che hanno un mutuo già in essere, potranno rinviare di un anno il pagamento, a partire dalla prossima rata di dicembre 2013.
Gli istituti finanziari hanno previsto anche l’erogazione di somme a fondo perduto e hanno aperto due conti correnti per raccogliere donazioni e aiuti in favore dei cittadini in difficoltà.
Paolo Porcu e Giuseppe Cuccurese, i direttori generali della Banca di Sassari e del Banco di Sardegna, hanno dichiarato che per facilitare e velocizzare le pratiche e le erogazioni, le banche seguiranno istruttorie più snelle “anche a costo di prendersi qualche rischio, perché è incredibile che nel 2013 si debba ancora morire per un ciclone”.

bilancia_300p250_MOL