Sono divenute molteplici negli ultimi anni le tecniche di costruzione a basso impatto ambientale nell’pambito di quella che viene comunemente denominata bioedilizia e che questa volta ci vuole parlare di un progetto, già in passato trattato dal nostro sito, che è quello delle case di paglia.
Si tratta di vere e proprie costruzioni che nulla hanno da invidiare rispetto alle classiche in calcestruzzo (è infatti evidentemente il contario) e questa volta parliamo di un’unità realizzata nella capitale nel quartiere quadraro da un progetto partito nel 2012 di Bag Officinamobile per realizzare un’abitazione con struttura portante in legno e murature fatte in mattoni di paglia o balle.
Sono numerosi i vantaggi che tali tipi di costruzione portano con loro a partire dall’isolamento termico che garantisce un’ambiente interno fresco d’estate e caldo d’inverno, ottimo isolamento acustico, aspetto questo da non sottovalutare visto che a breve verrà anche introdotto l’obbligo della relativa certificazione come prescrive la comunità europea, ed infine, ma non meno importante, l’aspetto economico che vede un notevole risparmio in denaro.
Questa prima abitazione di paglia realizzata a Roma sarà aperta al pubblico da domani nell’ambito dell’iniziativa Open House Roma.