Secondo il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, intervenuto stamattina in conferenza stampa al salone del mobile di Milano, è necessario che il paese si doti di un governo in tempi brevi fatto di “persone di buona volontà” che abbiano la voglia e l’interesse ad effettuare interventi che possano ridare slancio alla crescita.
In un paese con il 12% di disoccupazione ed il 40% per quella giovanile, è necessario dare un governo altrimenti potrebbero esserci se si continua su questa strada violente espolosioni sociali.
Il presidente si dice favorevole per ridare slancio al settore edilizio, ad aumentare le detrazioni per le ristrutturazioni oltre il 50% (regime già in deroga a quello ordinario del 36%) allargando anche al mobilio la possibilità di fruire dell’agevolazione.
Prosegue poi Squinzi incalzando il governo sul decreto per la restituzione dei debiti alle Pmi, dicendo che non è sufficiente e che i 40 miliardi che verranno restituiti, peraltro con modalità molto dilazionate, sono solo un terzo del totale dovuto.