Sull’ormai famosa vicenda dell’isola cipriota e di come la stessa potrebbe essere un pericolo per altri paesi periferici dell’area euro, tra cui l’Italia, sono molto diverse le opinioni in campo ed è proprio di oggi un botta e risposta tra il ministro delle finanze tedesco Schaeuble ed il nostro Corrado Passera allo sviluppo economico.
Per il primo, che ha parlato oggi direttamente al Bundestag dove è stato approvato il relativo pacchetto di salvataggio per Nicosia da 10 miliardi di euro, un’eventuale banca rotta dell’isola provocherebbe un contagio verso paesi come Italia e Spagna, che già stanno vivendo momenti difficli ma che dovranno in futuro continuare sulla strada dell’austerity e della crescita perchè non vi è strada alternativa, mentre per il secondo, Passera, è necessario dare il giusto peso alle cose e non farsi mettere nell’angolo da un piccolissimo problema come quello di Cipro; ha poi cpontinuato, in un’intervista a Radio 24, dicendo che per innescare la crescita il primo vero passo che doveva essere fatto e che è stato fatto, era quello di essere a posto sotto il punto di vista dei conti.
Comunque sia il tempo ci saprà dire chi dei due ministri aveva ragione in questo frangente.