Dopo tre giorni consecutivi che avevano visto la borsa di Milano perdere terreno, oggi finalmente si chiude la seduta in territorio positivo se pur diminuendo i guadagni dopo l’avvio negativo di Wall Street; sul fronte italiano occhi puntati sull’elezione del presidente della Repubblica dal quale potrebbe dipendere la formazione di un governo stabile certamente apprezzato dai mercati.
In questo contesto Piazza Affari chiude a quota +0,63% a 15.480 punti.
Miglior titolo di oggi quello di Lottomatica sull’onda della promozione ricevuta da Exane, +3,87% a 18,81 euro; bene anche sul fronte bancario, Banco Popolare +2,82% a 0,984 euro, Unicredit +1,80% a 3,502 euro, Ubi Banca +1,86% a 2,852 euro, Intesa SanPaolo +0,64% a 1,258 euro e Monte dei Paschi +0,93% a 0,195 euro; male invece Mediobanca che perde l’1,67% e Bpm -1,28%.
Da segnalare il ribasso dello spread tra Btp e Bund che scende sotto quota 300 punti base fino ad arrivare a circa 291, per poi chiudere a 301.55 con rendimenti del 4,25%.