A poco più di un mese dalla prima scadenza per il pagamento dell’Imu fissata per il prossimo 17 giugno e che già aveva nei giorni scorsi provocato non poche polemiche per il fatto delle aliquote incerte, il neo premier Enrico Letta nel suo discorso al Parlamento per la fiducia ha parlato tra le altre cose dello stop dell’imposizione sulla prima casa, anche se non si è capito bene se si tartterebbe di una totale eliminazione per l’abitazione principale o solo della procrastinazione del versamento.
Intanto solo pochi giorni fa si è fatta polemica per il fatto che ad oggi ancora non si conoscono le aliquote da applicare per l’eventuale primo versamento che, come consigliava anche il Caf, sarebbe opportuno calcolare secondo i versamenti del 2012, visto che siamo già in periodo di dichiarazioni dei redditi.
Il premier ha poi toccato altri tasti dolenti dell’Italia quali lavoro, promettendo una diminuzione della tassazione per i neo assunti, famiglie in difficoltà ed eccessivo rigore.

bilancia_300p250_MOL