Passato ormai più di un mese dall’esito delle elezioni di un governo che possa definirsi tale ancora non se ne vede traccia, ma intanto si avvicina sempre di più il giorno che vedrà l’elezione del nuovo capo dello Stato che prenderà il posto di Giorgio Napolitano e che forse potrebbe porre rimedio alla situazione di stallo in cui versa l’Italia della politica.
Proprio di questo parleranno alle 18 oggi il leader del Pd Bersani e Berlusconi, cioè del nome da portare avanti come presidente della repubblica; detto questo però è importante notare, ai fini dell’eventuale formazione di un governo senza tornare alle elezioni, che le posizioni dei diversi leader non sembrano essere cambiate, infatti il segretario del Pd ribadisce il suo no ad un governissimo, cosa questa invece fin dall’inizio auspicata dal cavaliere come unica possibile soluzione allo stallo vista la toatle chiusura del Movimento 5 stelle che rimane sulle sue posizioni in fatto di eventuali fiducia a governi che siano del pd o di colazione.
ovviamente nel caso in cui si opti per una larga intesa la contropartita richiesta dal Pdl rimane la medesima, e cioè un presidente della repubblica moderato e scelto dal centro destra.
Se comunque non si dovesse giungere ad un accorsdo quale che sia, c’è già chi pensando alle elezioni ha pure individutao una possibile, ma non plausibile (ndr), data che sarebbe quella del 7 e 8 luglio prossimi.

Ore 18:15 Terminato incontro tra Bersani e Berlusconi, durato solo pochi minuti.

Ore 18:03 E’ iniziato l’incontro tra Bersani e Berlusconi, sembrava che l’incontro si sarebbe svolto nell’ufficio di Berlusconi ma è ora in corso in un luogo non meglio precisato alla Camera; al centro del colloquio il nome per il successore di Napolitano, Bersani sembrerebbe voler tener aperto il dialogo con il Pdl attraverso un presidente della repubblica condiviso.