La banca Mediolanum sotto gli occhi del fisco che recentemente ha richiesto all’istituto di pagare 344 milioni di euro a fronte di minori imposte pagate; si tratta dell’istituto controllato da Ennio Doris e Fininvest (Berlusconi), che sembrerebbe abbia effettuato operazioni definite poco chiare con una sua controllata irlandese, la Mediolanum International Funds.
Nello specifico sembrerebbe che la controllata detenga una quantità ingente di ricavi del Gruppo così da poterli distogliere dal fisco italiano, sottoponendoli invece a quello irlandese molto più “buono”.
In merito alla faccenda Banca Mediolanum ha risposto che l’analisi del fisco è “illegittima, e comunque errata nei presupposti, quanto ai maggiori imponibili contestati e illegittima quanto alle sanzioni irrogate”, ma per ora è difficile, visto che la notizia è recente, stabilire chi ha ragione e chi no, staremo a vedere.
Comunque per tutti quei correntisti che legittimamente sono perplessi per quanto successo, non c’è da preoccuparsi, almeno per depositi fino a 100 mila euro che, come nel caso Monte Paschi, sono garantiti dal Fondo interbancario di tutela dei depositi.