Dopo la buona performance di ieri Piazza Affari oggi chiude in territorio negativo sull’onda dei timori per la situazione di Cipro che dopo aver bocciato il prelievo forzoso sta lavorando ad una soluzione alternativa, ma c’è apprensione sui mercati; In questo contesto a Piazza Affari l´indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,50% a 15.935 punti; male anche Azimut -2,60%, Parmalat -3,79% e Mediolanum che perde il 3,81%.
Meglio sul fronte dei titoli bancari che invece confermano l’andamento positivo di ieri, Ubi Banca +2,34%, Bnaca Popolare di Milano +1,63%, Intesa SanPaolo +0,58%, Banco Popolare +1,19%; il nostro spread chiudea 322 punti.
Per quanto riguarda le altre borse europee, chiudono tutte il territorio negativo sempre a causa dei timori sulla situazione cipriota; Dax di Francoforte perde lo 0,95% a 7.926,28 punti, l’Ftse 100 di Londra arretra dello 0,72% a 6.386,40 punti, il Cac 40 di Parigi cede l’1,43% a 3.774,85 punti e l’Ibex di Madrid scende dello 0,77% a 8.351,2 punti.