Nell’ambito di un patrimonio immobiliare che vuole essere sempre più sostenibile per l’ambiente la regione Umbria con una delibera la 130/2013 modifica le norme che regolano la sostenibilità ambientale degli edifici residenziali.
Si tratta di uno strumento che è caratterizzato dalla compilazione di schede tecniche in linea con il Protocollo Itaca, e che è stato aggiornato in base alle modifiche normative degli ultimi tre anni ed anche in funzione delle caratteristiche ambientali della regione.
Ora lo strumento è formato da 20 schede da compilare su altrettanti punti riguardanti le problematiche energetiche degli edifici.
I principlai aspetti che andranno a cedrtificare la sostenibilità ambientale della costruzione sono:

  • Qualità del sito
  • Consumo di risorse
  • Carichi ambientali
  • Qualità ambientale indoor
  • Qualità del servizio

Tale certificazione oltre a dare un’idea dell’impatto ambientale dell’edificio, se di classe A o B da la possibilità di fruire delle premialità volumetriche previste dalla legge sul Piano casa in Umbria.

Scarica la deliberazione regionale del 20 febbraio 2013 pubblicata il 13 marzo 2013.