Un recente sondaggio effettuato dall’Ifop (Institut français d’opinion publique) e pubblicato dal settimanale Dimanche Ouest riporta come il paese d’Oltralpe inizi ad avere paura del nucleare, infatti il 42% delle persone si dicono preoccupate della presenza di centrali atomiche nel territorio.
Attualmente in Francia ci sono circa 60 installazioni per produrre energia da nucleare, ed in merito alla percezione della sicurezza di tali centrali, subito dopo l’evento catastrofico di Fukushima la percentuale di persone che in francioa si sentiva minacciata da questa situazione era del 565 evidentemente incentivata da quanto successo in Giappone, che proprio oggi “festeggia” il secondo anniversario dell’accaduto.
Ad oggi il 54% dei francesi ritiene che sia necessario mantenere il nucleare per un discorso di approvvigionamento energetico, mentre il 46% pensa che si debba ridurre la presenza del nucleare a causa dei richi connessi allo stesso; il sondaggio in oggetto è stato realizzato su un campione di 1005 adulti francesi.