Nel marasma politico che nei giorni scorsi ha visto anche una manifestazioine unica nel suo genere effettuata dal Pdl presso il Palazzo di Giustizia di Milano, il presidente Napolitano torna a puntare l’attenzione sulla crisi dell’economia reale e sui debiti delle pubbliche amministrazioni nei confronti delle imprese italiane dopo che stamattina ha ricevuto al Quirinale il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi che si è detto molto preoccupato per l asituazione e per il pericolo che la stessa possa ulteriorimente drammatizzarsi se non si prendono misure specifiche in tempi brevi.
Si tratta di prendere misure concrete per sbloccare i pagamenti dovuti dallo stato alle imprese, è solo uno dei punti necessari (ndr), che altrimenti rischiano di continuare a chiudere con preoccupanti ulteriori ripercussioni sull’occupazione già ai minimi storici; tali iniziative andranno prese in sede di parlamento ma anche di concerto con le sedi europee che ormai sono fondamentali in ogni ambito.