Il 2012 si conferma anche per l’Agenzia delle Entrate un ‘anno da dimenticare in termini di erogazione dei mutui che, come ormai diversi operatori del settore hanno chiarito, hanno subito drammatiche contrazioni a causa della stretta creditizia in atto.
Nello specifico dal medesimo rapporto possiamo vedere come le compravendite effettuate con l’ausilio di un mutuuo ipotecario sono scese del 38,6% rispetto al 2011, mentre per quanto riguarda il totale degli importi erogati la diminuzione si fa ancora più forte si parla del 42,8% sempre su base annua.
Le persone fisiche che nel 2012 hanno acquistato casa per mezzo di un finanziamento sono state il 37% dato questo in diminuzione di ben 8 punti percentuale e che fa comprendere quanto le famiglie staino soffrendo il momento di congiuntura economica.
Infine sui costi del mutuo vediamo come anche nel 2012 si sia registrata una maggiore onerosità per questo tipo di prodotti infatti le rate sono aumentate in media del 3% (parliamo di importo rata e non di tasso d’interesse), così da arrivare ad una media nazionale maggiore di 700 euro.
Nonostante questa situazione nell’anno passato sono comunque stati centinaia di migliaia i soggetti che hanno acceso un mutuo.

bilancia_300p250_MOL