Finalmente il Consiglio europeo sembra essere pronto per allentare i cordoni (almeno un pò) dell’austerità per quei paesi che stanno facendo e hanno fatto le necessarie riforme; in Italia però la situazione politica desta preoccupazione nell’area euro c’è scontro tra i sostenitori della crescita e quelli per il rigore.
Ieri Mario Monti in sede europea sembra essere riuscito ad ottenere che si possano fare investimenti produttivi per incentivare la crescita, ma questo non basta come lui stesso fa notare in una lettera inviata agli altri leader dalla quale si evince che sono necessarie altre misure per combattere la disoccupazione sempre più elevata.
Insomma il monito del premier uscente è stato che si le riforme hanno messo a posto i conti pubblici ma nello stesso tempo stanno drammaticamente frenando l’economia, serve allentamento del Patto di Stabilità per creare nuova occupazione ed anche per generare un clima di maggiore fiducia nei confronti dell’Europa che deve mostrarsi più sensibile ai problemi della gente.