Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato pubblicato oggi un comunicato stampa che riassume l’andamento del comparto immobiliare sia per quanto riguarda le operazioni effettuate sia in termini di mutui (leggi tutto), vediamo quindi quale è stata la fotografia scattata dal report.
Iniziamo col dire che in termini assoluti, quindi considerato ogni tipo di compravendita in riferimento alle diverse tipologie d’immobile, il numero di operazioni totale effettuate nel 2012 è stato di 993.339 dato in calo di 330 mila unità con una variazione percentuale negatiova su base annua del 24,8%.
Con particolare riferimento al settore residenziale possiamo vedere come nell’arco del 2012 il totale delle compravendite transate è stato di 444.012 con una variazione negativa su base annua del 25,8% quindi maggiore di quella registrata sul dato assoluto che considera tutti i settori immobiliari, residenziale, terziario eccetera. Di fondamentale importanza notare come nel corso del 2012 la situazione sia peggiorata di trimestre in trimestre, infatti nei primi tre mesi del 2012 il calo sulle compravendite era stato del 19,5% mentre nell’ultimo trimestre il dato è giunto fino al 30,5% entrambi in riferimento allo stesso periodo del 2011, si consolida quindi un trend di ribasso del comparto.
Anche sotto il profilo dei prezzi il dato non lascia spazio a dubbi nelle maggiori città si registra una diminuzione nel secondo semestre del 2012, il prezzo medio al metro quadrato più elevato (oltre 3000 euro) si riscontra tra Bologna Roma e Firenze, mentre Milano è di poco al di sotto.

Leggi il comunicato stampa

Leggi per approfondire la nota trimestrale completa dell’Agenzia delle Entrate.

bilancia_300p250_MOL