Sembra che sia in atto una vera e propria svolta Green nel settore dell’agricoltura, come si evince da un rappoto elaborato da Fondazione Symbola e Coldiretti che mette in luce come nel periodo dal 2008 al 2010 si siano ridotti di circa 9 mila tonnelate gli scarti di lavorazione e sia diminuito l’impiego di energia (fino al 40%) per unità di prodotto.
In questo contesto non è solo l’ambiente a trarre vantaggi ma anche l’economia, infatti si stanno sempre più producendo macchinari studiati appositamente per migliorare la performance ambientale, un settore questo che vede l’Italia prima in Europa per numero di aziende dedicate.
Sono stati investiti circa 226 milioni di euro per migliorare i processi produttivi, in Germania solo 174.