Quando si parla di costo del mutuo il parametro che va preso in sede preliminare come riferimento è senza dubbio il Taeg, fermo restando che poi specifici prodotti anche se magari leggermente più costosi possono in contesti particolari rivelarsi migliori; questo indice di costo è quello che di più da la fotografia del reale costo del finanziamento in quanto comprensivo delle spese correlate allo stesso.
Ing Direct, noto istituto online, offre un prodotto variabile in base euribor che è degno di nota in un momento di così forte crisi del settore; come ormai ben sappiamo il tasso variabile è meno oneroso del fisso ma non si potrà conoscere in anticipo l’importo delle future rate da pagare.
La percentuale massima finanziabile è pari all’80%, buona per il contesto generale italiano che vede i loan to value medi essere ormai al 57%,
Ipotizziamo quindi una richiesta e vediamo la rata da corrispondere per una finalità di acquisto prima casa:

  • importo 140.000
  • frequenza rate mensile
  • durata ammortamento 20 anni
  • spread applicato 3,10%
  • rata 785,08 a regime
  • taeg 3,40%

Le condizioni su dette sono valide solo per richieste online e per mutui erogati entro il 15 aprile prossimo, e possono essere utilizzate dalla terza rata in poi solo addebitando la stessa su un Conto Arancio ; per maggiori informazioni clicca qui e fai la tua speciufica richiesta.

bilancia_300p250_MOL