Oltre alle diverse notizie che danno l’economia in stallo, la disoccupazione in aumento sopratutto quella giovanile, ed i principali settori produttivi all’impasse, l’ultimo dato di ieri non migliora la situazione, si tratta del livello dei nostri salari che, secondo un report Istat, è nettamente al di sotto della media europea.
Infatti se paragoniamo in termini nominali e cioè senza tenere conto del potere d’acquisto nei singoli paesi, le retribuzioni lorde orarie ad ottobre 2010 erano più basse di quelle in Germania di ben il 14,6% e
Non va meglio se ci confrontiamo con Francia (-11%) e Regno Unito (-13%); rispetto invece alla spagna abbiamo una retribuzione più elevata del 25,9%, poveri spagnoli direbbe qualcuno.
I dati prendono in considerazione solo le retribuzioni dei dipendenti full time ed escludono gli apprendisti; in tutta europa i paesi con maggiore retribuzione sono nell’ordine Danimarca (27,09 euro), Irlanda (22,23 euro) e Lussemburgo (21,95 euro), mentre quelli con salari più bassi sono Bulgaria (2,04 euro) e Romania (2,67 euro).