Dopo la chiusura negativa di ieri anche a cusa del tonfo Enel, oggi la giornata in borsa per Milano è stata più che positiva, l’indice Ftse Mib chiude la seduta a +2,45% a 16131 punti trainato dai conti Generali e da Eni che ha presentato il suo piano strategico, non chè da Wall Street che da man forte con il suo avvio positivo alle 15:30 ora italiana.
Nello specifico Generali guadagna il 9,35% dopo una chiusura di 2012 che aveva visto pesanti perdite (90 milioni) ma anche un’apprezzamento da parte dei mercati su un’utile operativo aumentato di più del 10% ed anche del cospicuo rafforzamento di capitale giunto a più di 4 miliardi.
Eni invece spunta un +3,12% per merito della presentazione del piano per il triennio 2013 2016 che vedrà la produzione di idrocarburi media annua al 4% contro il 3% della precedente versione.
Bene anche Bper (+7,09%), Mediobanca (+5,99%), Telecom (+5,57%) e A2A (+6,25%), mentre in rosso Bpm che perde il 2,7% dopo che ieri aveva anche lasciato sul terreno un’altro 4,20%.
Il nostro spread tra Btp Bund in questa giornata chiude a 317 punti dopo aver registrato un’andamento compreso tra il minimo di 313 ed il massimo di 322; si allarga la forbice con i Bonos che chiudono a 339 punti ora a circa 22 punti di distanza.