Da un progetto sperimentale avviato da diversi anni nasce questa “nuova” forma di produzione energetica da fonti rinnovabili caratterizzata da vere e proprie isolette galleggianti con installati sopra un centinaio di pannelli fotovoltaici.
L’iniziativa, che dovrebbe essere operativa per il prossimo agosto 2013, è stata intrapresa dall’azienda energetica svizzera Viteos in collaborazione con l’Università di Neuchâtel; ogni isola conterrà 100 pannelli fotovoltaici, ed avrà la capacità di ruotare in funzione degli spostamenti del sole così da sfruttare al massimo i raggi dello stesso.
avranno pesanti blocchi in cemento di ancoraggio e saranno collegate alla terra ferma con dei cavidotti che immetteranno l’energia direttamente nella rete elettrica; si prevede un’incremento dell’energia prodotta pari a 80 milioni di Kwh entro il 2023.