Ieri è stato presentato nella sede di Roma del Gse (Gestore servizi elettrici) un rapporto denominato “Comuni Rinnovabili 2013” realizzato da Legambiente, Sorgenie e Gse, che attesta come il 13% del fabbisogno energetico totale in Italia sia soddisfatto dalle fonti rinnovabili, che in termini di energia elettrica coprono invece il 28,2%, dati riferiti al 2012.
Da questo documento si evince come gli impianti di produzione energetica da rinnovabili siano diffusi nel 98% dei comuni italiani, e circa 2400 di essi sono alimentati al 100% dal rinnovabile sotto il profilo della fornitura elettrica, questo significa che producono più energia di quanta ne consumano; il medesimo rapporto dichiara che 27 comuni sono completamente soddisfatti dal rinnovabile, sia per quanto riguarda la corrente elettrica sia in termini di riscaldamento.
Le tecnologie utilizzate per raggiungere tali risultati vanno dal fotovoltaico, solare termico, al geotermico di bassa e alta entalpia, idroelettrico biomasse eccetera.
Per il solare i comuni sono 7937, per l’eolico siamo a quota 571, per il geotermico 369, per l’idroelettrico di piccola taglia sono 1053 e per le biomasse 2824.

Per saperne di più sul sito Legambiente.it