La crisi ha colpito in questi ultimi anni il settore edilizio con particolare ferocia al punto che negli ultimi cinque anni su scala nazionale i posti di lavoro persi nel comparto sono stati circa 550 mila, ed anche la regione Emilia non è stata risparmiata da questa situazione, per questo arriva da quell’iniziativa denominata “Tavolo dell’edilizia e delle costruzioni” una proposta al governo composta di 5 punti per incentivare il settore ed aiutarlo ad uscire dalla crisi.
Si tratta di un documento che è stato inviato recentemente al governo e che contiene le 5 linee guida che dovrebbero portare ad una ripresa di questo volano dell’economia, così l’edilizia è stata sempre considerata nel nostro paese.
Si tratta di puntare a determinati obbiettivi quali, la rigenerazione ed il recupero del patrimonio edilizio esistente sopratutto in termini di riqualificazione energetica evitando ulteriore consumo di suolo, la creazione di un fondo per incentivare le imprese che vogliono operare nella direzione della riqualificazione dei nostri edifici considerati obsoleti sotto il punto di vista dell’efficienza energetica, messa in sicurezza del patrimonio edilizi pubblico con particolare rifeirmento agli ambienti scolastici e sanitari, con risorse derivantio da un’allentamento del patto di stabilità e ultimo ma non per importanza la costituzione di u fondo per le ristrutturazioni e gli investimenti non chè una riduzione dell’Imu sugli immobili invenduti.

Leggi il documento inviato al governo.