Continua in Italia il processo che vede il passaggio delle presentazioni di documenti edilizi da cartacei a online, dopo l’avvento dello sportello unico per l’edilizia, che pure dovrebbe portare una grossa semplificazione, è la volta, a Parma, dell’inizio di una nuova era per l’invio di alcuni tipi di pratiche, attraverso un software appositamente studiato e che permetterà da maggio prossimo di inviare Scia e Cia direttamente e solo attraverso internet.
Si tratta di un’iniziativa attivata di concerto tra il comune di Parma, dove c’è il nuovo sindaco grillino Pizzarotti (ma la novità è stata curata da Giovanni Marani assessore all’informatica), e la società informatica IT City, che è rivolta ai professionisti, ingegneri, architetti eccetera, che devono inviare e/o gestire i diversi titoli abilitativi; per il momento sono previsti gli invii telematici solo di Cia e Scia.
Il software è già attivo in via sperimentale e lo sarà in modalità definitiva dal primo aprile per quanto riguarda le Cia (comunicazione inizio attività), e dal 1 maggio per le Scia (segnalazione certificata inizio attività).