Secondo Banca d’Italia nel mese di gennaio 2013 rispetto al precedente mese il nostro debito pubblico è cresciuto di ben 34 miliardi raggiungendo il nuovo record di 2022,7 miliardi di euro.
Il 2012 si è chiuso con il 127% del debito in rapporto al Pil, molto più elevato della media europea che vede solo il 90%.
Il problema di fondo, come ha anche recentemente ricordato la Banca Centrale Europea nel suo consueto bollettino mensile, è che livelli eccessivi di debito oltre la soglia del 100% possono poprtare a problemi sulla crescita sul lungo periodo, proprio ciò di cui noi in Italia non abbiamo bisogno, abbiamo invece bisogno del fenomeno contrario cioè innescare la crescita, ed è qui che ieri Mario Monti è interventuto in sede europea ottenedo timide aperture (leggi tutto).