A fine seduta Piazza Affari vira e chiude in territorio negativo se pur di poco, -0,47% il Ftse Mib nonostante i dati sui posti di lavoro in USA a febbraio siano stati migliori delle aspettative 198 mila contro 172 mila.
Vanno meglio i titoli di Intesa San Paolo e Unicredit grazie alla riduzione registratasi sullo spread che chiude in zona 320 punti avendo nella giornata toccato il minimo di 312 punti base con rendimenti del 4,67%, intanto anche il differenziale spagnolo sui Bonos si raffredda a quota 354 punti sempre più vicino al nostro.
Sulle piazze europee la migliore è quella di Francoforte che chiude con il Dax a +0,62% e continua a segnare nuovi massimi dal gennaio del 2008, mentre deboli le altre piazze del vecchio continente.
Seduta positiva sui mercati asiatici che chiudono tutti in territorio verde, Tokyo Nikkey 225 (+2,13%) su aspettative di continuamento politica monetaria accomodante, salgono anche Hong Kong (+0,96%), Shangai (+0,9%) e Sidney. Attesa per la riunione di domani del consiglio Bce.