L’incontro previsto per oggi alle 18 tra il leader del Partito democratico ed il presidente della Repubblica per fare il punto sulla situazione di governo si è concluso pochi minuti fa con la rinuncia di Bersani all’incarico che aveva se pur in via preliminare ricevuto; così si confermano le molteplici voci del fallimento annunciato quasi fin da subito che aveva visto le diverse forze politiche o non condividere l’idea di governo del PD (vedi Movimento 5 Stelle) oppure accettarla ma a determinate condizioni (vedi Pdl).
Ora è di nuovo tutto nelle mani di Napolitano che dovrà effettuare di fatto nuove consultazioni, che condurrà immediatamente, per la creazione del governo, anche se conoscendo il presdiente, ha detto qualcuno recentemente, dovrebbe essere già pronto un piano B; c’è attesa per gli sviluppi di domani ed anche per la reazione dei mercati alla rinuncia di Bersani che testulamente dopo il colloquio ha detto: “Ho riferito al signor presidente dell’esito delle consultazioni di questi giorni che non hanno portato ad un esito risolutivo – Ho spiegato le ragioni e illustrato gli elementi di comprensione anche positivi attorno ad alcuni punti. Ma ho descritto anche le difficoltà derivate da delle preclusioni o condizioni che non ho ritenuto accettabili”.

Ore 19:50 Le ulteriori consultazioni al Colle verranno effettuate tutte in un solo giorno, domani a partire dalle 11:00.