Dopo l’asta di Bot effettuata ieri e ben collocata, oggi era previsto il collocamento di Btp a dieci e cinque anni per una forchetta tra 5 e 7 miliardi di euro; sono stati piazzati 6,91 miliardi e quindi quasi il massimo di quanto previsto.
Nello specifico sono stati 3,91 miliardi i Btp a cinque anni con scadenza a giungo 2018, e rendimenti in  salita al 3,65% rispetto al precedente 3,59%, la domanda ha superato l’offerta di 1,22 volte; per quanto riguarda il Btp a dieci anni il totale collocato ammonta ad euro 3 miliardi con scadenza a maggio 2023 e rendimenti in discesa al 4,66% rispetto al 4,83%, la domnada ha superato l’offerta di 1,33 volte contro 1,65 volte della precedente asta; in questo momento il differenziale spread sui titoli Btp decennali in funzione dei Bund di riferimento e 341 punti in netta risalita. L’asta vien comunque considerata deludente dagli analisti visto che i titoli a cinque anni non sono stati collocati per intero e che i loro rendimenti sono in salita.