Passato al Consiglio regionale pugliese il disegno di legge che modifica la legge regionale 14/2009 “Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell’attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale”, poi modificata dalla legge 21/2011, anche detta Piano casa; tre le novità introdotte, maggiore elasticità sulle norme riguardanti i parcheggi, informatizzazione della Pubblica Amministrazione e messa in sicurezza del territorio, inoltre competenze ai comuni anche in materia di antisismica.

Sarà possibile individuare gli spazi per i parcheggi pertinenziali anche in luoghi diversi rispetto a quelli relativi all’amplimaneto realizzato, ove questi non fossero individuabili si potrà dare attuazione alla monetizzazione, che consiste nel pagamento al Comune di una somma pari a quella pagata per l’acquisizione di dette aree.

Passano nelle mani dei Comuni anche competenze in materia di antisismica ove si registri una sismicità di grado 3 o 4, saranno così le amministrazioni comunali responsabili delle opere realizzate.

Inoltre la regione dovrà dotarsi di un Centro di Responsabilità Amministrativa per la programmazione e realizzazione d’interventi straordinari a salvaguardia delle opere idrauliche e dei corsi d’acqua, allo scopo di mitigare il rischio idraulico.

Infine entro tre anni le amministrazioni comunali dovranno dotarsi dei necessari strumenti informatizzati per implemntare un database dove verranno raccolte e conservate tutte le informazioni sugli aggiornemnti in termini mappatura georeferenziata delle reti dei sottoservizi.

Leggi il DDL