Secondo un recente report dell’Istituto Tedesco Qualità e Finanza, società che svolge indagini sulla qualità dei servizi in diversi settori, gli italiani per accendere un mutuo meno oneroso della media farebbero bene a rivolgersi ad istituti stranieri operanti sul nostro territorio; infatti come emerge dall’analisi su detta, ma anche da altre indagini come per esempio quella svolta da Adusbef, nel nostro paese i finanziamenti per la casa sono in media più elevati rispetto all’eurozona, mentre se paragonati solo in funzione dell’istituto, senza andare a vedere la diversa localizzazione geografica, ci si accorge subito che le principali offerte più convenienti, sia online che con canali tradizionali, vengono proprio dalle banche estere.
Per quanto riguarda il web secondo l’indagine di cui sopra, l’istituto meno costoso è Ing Direct, mentre per operazioni svolte in filiale la migliore scelta sembra essere quella di Deutsche Bank.
Comunque restano buone anche alcune offerte degli istituti online nostrani come Iwbank e Webank sia che si tratti di tasso fisso che variabile.
Infine ricordiamo che per valutare attentamente un mutuo è sempre necessario analizzare il Taeg, cioè quel tasso che meglio rappresenta il vero costo del prestito in quanto comprensivo delle spese accessorie correlate come perizia istruttoria eccetera, ed è anche fondamentale, prima di impegnarsi con un contratto, essere a conoscenza di tutte le clausole presenti nello stesso che sono presenti nei fogli informativi.

bilancia_300p250_MOL