Gli ultimi dati Crif derivanti dalla bussola trimestrale sul settore creditizio redatta in collaborazione con Mutuisupermarket, parlano chiaro, i finanziamenti per la casa, a causa di una serie di ragioni più o meno legate direttamente alla crisi finanziaria, sono in netta discesa, si pensi che solo nell’ultimo trimestre del 2012 paragonato allo stesso periodo dell’anno precedente le richieste presentate sono scese del 34%.
Questa situazione, molto legata alla stretta creditizia in atto ma anche alle minori disponibilità degli italiani sempre meno “occupati”, sta portando i soggetti che necessitano di un’abitazione ad optare, per lo meno per il momento, alla soluzione della locazione.
Infatti secondo recenti dati sono in aumento i contratti di locazione come riportato da uno studio di Idealista.it mentre scendono i relativi canoni; questo è l’evidente segno di come ci sia ancora la volontà delle persone di uscire dal nucleo famigliare originario per formarne uno nuovo, ed anche di come molti proprietari immobiliari dopo il recente aumento della pressione fiscale siano stati costretti a locare le proprie abitazioni, anche se a prezzi minori rispetto al passato, per non incorrere in quel problema che vede l’acquisto di una casa, da sempre considerato il bene rifugio per i risparmi, diventare un’operazione in perdita.

bilancia_300p250_MOL