Il contesto economico finanziario europeo, sopratutto dopo le recenti elezioni, vedrà sicuramente momenti d’incertezza dei mercati che rimarranno probabilmente volatili con conseguenti repentine oscillazioni dei vari parametri che li rappresentano, ed uno di questi indici è proprio l’euribor responsabile delle variazioni sulle rate dei mutui a tasso variabile.
In questa situazione, visto il risparmio che questi prodotti possono dare attualmente rispetto al classico mutuo fisso, può essere una buona soluzione orientarsi verso quel tipo di contratto conosciuto come variabile con tetto massimo; si tratta appunto di una particolare tipologia che da la possibilità di sfruttare il buon momento dell’euribor, ancora molto vicino allo zero, senza però correre eccessivi rischi di rialzo rata, visto che da contratto viene predefinita una soglia d’interessi massima che potrà in futuro essere corrisposta anche al variare ulteriore del mercato.
Uno dei più competitivi in questa categoria è quello di Iwbank, offerto dalla Mutuionline, che facendo un esempio di 140 mila euro da restituire in 20 anni su un totale valore dell’immobile di 220 mila euro, comporterebbe oggi una rata iniziale di 820 circa con taeg del 3,70% e tasso massimo applicabile del 6,10%. Non ci sono spese aggiuntive come istruttoria perizia ed assicurazione obbligatoria; richiedi un preventivo online direttamente da QUI, e gratis e senza nessun impegno.

bilancia_300p250_MOL