Ad un giorno dalle elezioni la più clamorosa promessa del cavaliere viene frenata dal Ministro svizzero Eveline Widmer-Schlumpf che rispondendo ad una lettera di un deputato riferisce che l’accordo avviato con il governo Monti, che secondo Berlusconi era possibile perfezionare in tempi brevi, non è così facile da mettere in atto e ad oggi è impossibile dare una data certa per la relativa conclusione.
Ricordiamo che con questo accordo, che dovrebbe servire per tassare i capitali italiani depositati in Svizzera, il Cavaliere prevedeva di sopperire al buco che si sarebbe creato con la restituzione dell’Imu pagata dai contribuenti sulla prima casa nel 2012.
Inoltre, precisa il ministro svizzero, pur nell’ipotesi che il negoziato si possa concludere emtro il 2013, difficilmente potrebbe essere operativo prima di gennaio 2015. Insomma un altro bluff del Cavaliere.

bilancia_300p250_MOL