Dall’agenzia Bloomberg una nota negativa sull’attività economica della zona euro, infatti l’indice Pmi, che misura l’andamento del manifatturiero e dei servizi, scende nel mese di febbraio 2013 a 47,3 da 48,6 del precedente mese e più basso dell’aspettativa fissata a 49 punti. In questo contesto tutte le borse europee hanno perso in mattinata, Piazza Affari meno 3% sull’onda delle banche in perdita, e la cancelliera Angela Merkell ha invitato i paesi in difficoltà a fare ulteriori riforme, citando chiaramente Grecia Spagna Italia e Portogallo.Tornando all’indice di cui sopra tra le grandi protagon iste europee l’unica che è cresciuta, anche se meno delle aspettative, è la Germania che passa da 49,8 a 50,1, mentre soffre anche la Francia che segna 43,6 per il manifatturiero contro un’aspettativa di 43,8, e 42,7 per i servizi contro l’attesa di 44,4.