Ulteriore conferma di come il settore immobiliare, insieme all’economia tutta, abbia subito nel 2012 un forte calo sia in termini di compravenite che di prezzi degli immobili, secondo quanto riporta un recente studio effettuato da Bankitalia in collaborazione con Agenzia delle Entrate e Tecnoborsa.
I dati relativi a questo studio del settore sono stati reperiti per la quasi totalità attraverso inteviste fatte agli operatori, agenti immobiliari, che sottolineano come nell’ultimo trimestre 2012 si sia registrato un’aumento degli incarichi a vendere e nello stesso tempo un’incremento della giacenza derivante dall’invenduto; sul fronte delle locazioni sono in comune accordo dicendo che i canioni mensili si stanno riducendo.
La causa che più spesso nelle interviste viene ricondotta all’aumento dei potenziali venditori è quella dell’aumentata pressione fiscale che, dopo Imu, Tares e riduzioni sulle detrazioni per i redditi da locazione, sta evidentemente spronando molti proprietari immobiliari a vendere le loro abitazioni.

bilancia_300p250_MOL