Secondo una recente indagine svolta dal portale di settore Idealista.it negli ultimi tempi a partire dalla fine dell’estate scorsa si è registrato in diverse principali città italiane un’aumento degli immobili offerti in locazione, e nello stesso tempo un calo dei relativi canoni. Questa situazione ovviamente giova e fa comodo a tutti coloro che non riuscendo ad ottenere il mutuo a causa della crescente stretta creditizia, ripiegano sull’affito in attesa di tempi migliori; l’indagine, svolta su più di 20 mila immobili presenti nel sito di cui sopra, mette in luce come le quotazioni dei canoni siano scese in alcune città anche in modo piuttosto elevato. Prima tra tutti spicca la città di Napoli dove si registra una diminuzione del 12,5%, seguono Milano con 11,9% e Roma con 8,6%, mentre sulla media nazionale il calo è stato del 6%; evidentemente molti proprietari hanno preferito locare le proprie case anche a prezzi inferiori piuttosto che lasciarle sfitte dovendoci pure pagare la famigerata Imu che può essere ricondotta ad una delle principali cause del fenomeno di contrazione dei prezzi e di aumento dell’offerta. Quindi i due fattori principali che concorrono alla maggiore dinamicità di questo settore sono senza dubbio il maggior numero d’immobili presenti sul mercato e le quotazioni dei prezzi più basse rispetto all’anno passato che aumentano le possibilità d’incontro tra conduttore e locatore.

bilancia_300p250_MOL