In una recente intervista rilasciata dal presidente del Centro studi Fiaip Mario Condò de Satriano al giornalista Giuseppe de Stefano di tg7immobilnews, si commenta quello che è stato l’andamento del mercato immobiliare nel 2012 in Italia che, secondo il rapporto urbano Fiaip ha perso rispetto al 2011 il 17% circa sul numero di compravendite e il 12% sulle quotazioni dei prezzi ma anche delle locazioni che vedono una diminuzione del 5,60%.
In merito alla faccenda il Presidente Condò vede come principali cause di detto calo, dall’inizio della crisi nel 2008 ad oggi, la stretta creditizia, la diminuzione della domanda interna e l’aumento eccessivo della pressione fiscali sugli immobili, ed anche la minore capacità economica delle famiglie sembra essersi ripercossa drammaticamente su questa nicchia di mercato che neglim ultimi cinque anni, considerando il totale indotto della filiera, ha perso qualcosa come oltre 500 mila posti di lavoro. Guarda l’intervista completa sotto.

bilancia_300p250_MOL