Dalla tornata elettorale sembra proprio essere uscita un’Italia ingovernabile, con maggioranza certa alla camera ma nulla di fatto al Senato, è subito in questo contesto tra la notte di lunedì e martedì perdono rispettivamente l’1,5% Wall Street e il 2,6% Tokyo; non va meglio per Piazza Affari che crolla del 5% ed anche lo spread torna di gran lunga sopra i 300 punti, l’ultima rilevazione del Sole 24 ore alle ore 11 e 31 lo da a 333 punti base.
Perdono anche tutte le principali borse europee, Madrid -2,7%, Lisbona -2%, Parigi -2%, Atene -2,4% e Francoforte -1,7%; a questo punto è chiaro che la situazione è molto delicata, come detto da Bersani in una nota di ieri sera verso la fibe dei scrutini, mentre per il Cavaliere tornare al voto non sarebbe utile per l’Italia che non deve sempre confrontarsi con lo spread e non puù non essere governata, serve una riflessione che porterà via un po di tempo.